PIANTEDO E LA SUA STORIA

Fino al Quattrocento non si può parlare di comunità stabili stanziate sul territorio di quello che sarà Piantedo, ma non mancano nei vari atti notarili citazioni e riferimenti a tali terre appartenenti all’antica pieve di Olonio e sfruttate, soprattutto, come terra da bottino. In una solenne ed ampia investitura nel piano di Olonio, datata 1200, 3 aprile, di una serie notevole di possessi e diritti appartenenti alla chiesa e monastero dell’Acquafredda (Isola Comacina), per quanto riguarda il futuro Piantedo,vengono elencati: cascine selve e diritti su beni comunitari posti in monte Vedasco; prati e arature poste in Grumo; appezzamenti di terreni nella Rosa.

Verso la fine del Quattrocento gli abitanti della zona di Vedasco che comincia a chiamarsi Piantedum, danno i primi segni di insofferenza nei confronti della pieve di Sorico. I contrasti fra le due comunità sono documentati in atti notarili che vanno dal 1471 al 1476 e portano alla separazione della Chiesa di Santa Maria di Piantedo dalla sua matrice e Chiesa Arcipresbiterale di Santo Stefano di Sorico, del lago e della diocesi di Como nell’anno 1505, il 16 settembre.
La parrocchia di Santa Maria Nascente di Piantedo ebbe origine prima dell’istituzione civile, poiché si ha notizia del Communis Plantedum solo intorno agli anni 1530-1531.

All’inizio del XVI secolo, comunque, la vita religiosa, diretta ormai da un parroco residente, si svolge attorno alle due chiese di Santa Maria in Piantedo e di San Rocco in Verdione.
Negli Estimi del comune di Piantedo del 1567 troviamo più volte le località: ad Ecclesiam (nei pressi della chiesa), subtus Ecclesiam (sotto la chiesa), ad Ecclesiam supra stratam (nei pressi della chiesa, sopra la strada) e ciò permette di concludere che:
1. davanti alla chiesa di Santa Maria passa la Strada Valeriana (nelle coerenze di altri appezzamenti viene indicata un’altra Strada Valeriana in montagna );
2. vicino alla chiesa c’è il cimitero;
3. la chiesa è circondata da terra destinata soprattutto a prato, campo e vigna;
4. nella località sono presenti diverse stalle, ma non ancora case.

 

S.Rocco in Verdione

 

 

 

 

 

 

 

Santuario di Valpozzo

 

 

 

 

 

 

 

Parrocchiale